Comunicazione & Marketing

Il contenuto è…acqua

NEW-WEBWRITING-DANIELESIGNORIELLO

Il contenuto è …acqua

Come si scrive, ma soprattutto come si legge nell’era dei dispositivi mobile?

È il lontano 1996 quando Bill Gates, padre di una delle imprese più influenti della storia dell’umanità, viene fuori con una dichiarazione che lascia un po’ tutti a bocca aperta: Content is king, il contenuto è re.

In un discorso che ha del preveggente e che puoi trovare integralmente in questo articolo del sito di Penna Montata, si parla del futuro di internet e dell’importanza per le aziende di creare contenuti di intrattenimento per i propri utenti. Non un semplice copia e incolla di materiale preso “offline”, ma contenuti approfonditi e adatti alle peculiarità del web.

Contenuti nuovi, originali e utili portano attenzione nei confronti dell’azienda, creano un legame con gli “spettatori”. La massiva mole di pubblicità alla quale siamo sottoposti su tutti i media, nuovi e tradizionali, ci causa ormai una sorta di rigettoIl vecchio e autoreferenziale modello in stile televendita, con un presentatore sorridente che elenca meccanicamente le qualità di un prodotto, non funziona più.

Sul web, questo discorso assume un’importanza ancor più rilevante, soprattutto grazie alle potenzialità e alla diffusione del mezzo comunicativo.

Il contenuto deve sottostare a delle regole ben precise, che hanno a che vedere poco con i classici media come TV o giornali. Il web è una vera e propria onda (e il termine navigare non è mai stato così adeguato), il suo linguaggio è costituito da codici nuovi e fortemente influenzati da mode passeggere e nate proprio nella rete.

contentislikewater-danielesignoriello-copywriter webwriter

Come si creano allora dei contenuti interessanti e che allo stesso tempo rispettino le peculiarità della lettura sul web?

Ecco alcuni esempi:

La piramide rovesciata

No, non è un simbolo massonico né l’ultima trovata di un eccentrico architetto giapponese.
Si tratta semplicemente di mostrare la notizia o il punto focale di un post/articolo nella prima parte del contenuto. In questo modo, il lettore che è alla ricerca di un’informazione, troverà quello che cercava, pronto e servito.
Nelle righe successive troverà i dettagli della notizia, gli approfondimenti e tutte le informazioni correlate.

Le liste puntate

Mettere in ordine, una sull’altra, i punti importanti di una lista, piace alle persone ossessivo-compulsive ma anche a Google.
Una lista puntata è uno strumento potente per presentare delle informazioni in modo chiaro e pulito, in modo da renderle rintracciabili al lettore con un colpo d’occhio.
Le liste puntate hanno anche l’utilità di spezzare la monotonia del testo e renderlo meno monolitico.

Le bandierine

Ammettiamolo, la lettura di un articolo o di un post tramite un dispositivo mobile non è proprio una lettura. Si tratta più che altro di scandagliare la pagina fino a quando il nostro occhio non viene catturato da qualcosa di interessante, che può essere una lista puntata, un’immagine o un grassetto.
In questo articolo sulle modalità di lettura sul web, il guru dell’usabilità Jakob Nielsen parla di una lettura a F dei contenuti testuali presenti su una pagina.
L’occhio cade prima di tutto sul titolo principale, per poi concentrarsi sui vari titoletti e sulle “bandierine sparse”, come ad esempio:

  • parole in grassetto
  • link
  • immagini
  • titoletti dei paragrafi
  • liste puntate

Questa modalità di lettura (o scandagliamento) è dovuta alla difficoltà di fruizione di un contenuto tramite dispositivo mobile, a causa della grandezza e da altri fattori peculiari del dispositivo.

Il discorso è molto più ampio, ovviamente, per questo motivo sono a disposizione per approfondirlo insieme: parliamone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound